Grazie al finanziamento del Dipartimento per le Pari Opportunità della Presidenza del Consiglio dei Ministri il Centro Veneto Progetti Donna sta realizzando il progetto Conto su di me. Il progetto vede la collaborazione dell’Associazione Belluno – Donna e Iside Cooperativa sociale.

Il fine del progetto è di rilevare in maniera quanto più efficace e completa possibile il fenomeno della violenza economica nel territorio delle quattro province coinvolte.

Nello specifico il progetto si pone l’obiettivo di aumentare la conoscenza del fenomeno della violenza economica e di incrementare le scarse iniziative di informazione e sensibilizzazione rivolte alle donne che subiscono o che sono a rischio di subire violenza economica, in particolare quelle con figli, che sono materialmente dipendenti dal partner e pertanto hanno maggiore difficoltà a intraprendere un percorso di fuoriuscita dalla violenza.

Le azioni previste sono:

  • Strutturazione e utilizzo di una scheda di raccolta dati completa e comprensiva delle informazioni relative alla condizione economica della donna, che sia parificata e omogenea per i tre enti coinvolti.
  • Creazione e implementazione di un database per l’inserimento e la rielaborazione dei dati raccolti.
  • Rielaborazione dei dati in forma aggregata singolarmente per ogni Centro antiviolenza e complessivamente di tutte le donne interessate e scrittura di un report conclusivo.
  • Formazione per l’alfabetizzazione economico-finanziaria per 30 donne seguite dai tre Centri antiviolenza, stesura di una brochure informativa per le donne sostenute; implementazione di un percorso di autoconsapevolezza sull’indipendenza economica.
  • Ideazione e diffusione di una campagna specifica sulla violenza economica sui canali web e non, nelle quattro province coinvolte.

La raccolta di dati empirici è molto utile per una maggiore presa di consapevolezza rispetto al fenomeno da parte delle donne coinvolte. Inoltre attraverso il report conclusivo, la diffusione dei risultati dell’implementazione della scheda di raccolta dati e del database è capillare e ad ampio raggio, soprattutto grazie alla sua disponibilità sul web e sull’invio alle Istituzioni e agli altri attori della rete di contrasto alla violenza sulle donne.

Questo progetto permette alle donne di divenire più consapevoli di come questa forma di violenza le condizioni, specialmente nel momento in cui decidono di intraprendere un percorso di fuoriuscita dalla violenza, capendo quali sono le possibilità di sostegno e supporto offerte dai Centri antiviolenza. Inoltre il progetto ha favorite lo sviluppo di empowerment economico volto all’autodeterminazione e all’autonomia.

La campagna che mette in luce le conseguenze della violenza economica e l’importanza dell’indipendenza economica come primo passo verso l’indipendenza della donna, contribuisce a far prendere consapevolezza sul fenomeno della violenza economica da parte della cittadinanza e, dunque anche delle donne e degli attori della rete di contrasto alla violenza.

Ecco un’intervista ad un’operatrice del Centro Veneto Progetti Donna sulla violenza economica

1 commento

Marina Bezzati · 17 Settembre 2019 alle 16:21

il video non funziona !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *